Il film consigliato: Rara, Una strana famiglia

Alessio Arcaleni consiglia ai lettori di Notizie Nazionali un film cileno/argentino

pubblicato il 21/10/2016 in Musica e spettacolo da Alessio Arcaleni
Condividi su:
Alessio Arcaleni

Il mondo del cinema è riuscito a portare nei suoi archivi un film che ,forse non rimarrà nella storia, ma che se dovessimo tirar fuori certi argomenti, lo rivedremmo sicuramente. Questo è il caso di RARA, film cileno/argentino. Film d’esordio di Pepa San Martìn, premiato a Berlino e a San Sebastian, affronta una storia delicata e allo stesso tempo potente, raccontandola però in modo leggero, attraverso gli occhi di due ragazzine.

Sara, una ragazzina come tante, vive con sua madre, sua sorella e la moglie di sua madre. La sua vita sembra felice e sembra svolgersi nella normalità, fino a quando la fatidica adolescenza entra a far parte di se e l’impatto con i suoi compagni e i primi confronti con l’altro sesso, la fanno entrare in confusione con se stessa e gli altri. Le cose diventano ancora più complicate quando suo padre tenta a tutti i costi di ottenere la sua custodia e quella di sua sorella.
Il turbamento della protagonista è il punto fermo del film,  ma viene messa sul piano della battaglia legale tra il padre e la madre. Qualcosa più grande di lei la supera e la mette in disparte, ma tutto nasce dalla sua insicurezza.
 

La sceneggiatrice Alicia Scherson e la regista partono da una storia vera per raccontare quello che è realmente l’atmosfera nel quale si svolge il film, fatta di problemi quotidiani tra tensioni e affetti.
Un quotidiano molto particolare, in quanto le due sorelle vivono in un contesto familiare inconsueto agli occhi dei compagni di scuola, ma soprattutto nei confronti di una società che ancora non riesce a vedere al di là di quel muro.
Tante sono le cose da mettere in evidenza: Dalle atmosfere opposte dalla casa materna a quella paterna. I momenti d’insicurezza di Sara che non riescono a darle fiducia nella quotidianità. Le liti continue tra la madre ed il suo ex marito.
Si possono avere opinioni diverse sull’argomento, ma non possiamo non dire che RARA è stato raccontato in modo delicato e autorevole, senza troppi frastuoni.


 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password