Premio "GATTOPARDO IBLEO" per la Poesia alla professoressa Ignazia Iemmolo

I premi diretti ed assegnati dalla nota regista Annarita Campo

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 08/09/2017 in Musica e spettacolo da Antonella Fiore
Condividi su:
Antonella Fiore

La regista Annarita Campo continua ad assegnare i premi del “Gattopardo Ibleo” conferendo quello dedicato alla poesia alla professoressa Ignazia Iemmolo. Laureata in Pedagogia, è un'insegnante di Lettere in pensione. Dopo una breve e significativa esperienza a Torino è tornata in Sicilia, dove vive ed opera. Da sempre impegnata nel sociale è attenta ai fermenti culturali,sociali e politici. Fine poetessa in vernacolo e in lingua, vanta al suo attivo diverse pubblicazioni e l'inserimento in antologie collettive locali e nazionali come :” Quelli che lasciarono le orme”. Sin dagli esordi comincia a raccogliere consensi e apprezzamenti significativi come: la Stella d'Argento al Concorso mondiale di poesia dialettale di Catania, il Premio dell'Istituto per i Rapporti Culturali con l'Estero di Enna, il Premio Confederazione Siciliana Associazioni Enna, il Premio Associazione “Dialettiamoci”. Sono poi venuti altri più ambiti riconoscimenti da ogni parte d'Italia: la 2^ Ed. Naz."La letteratura dell'impegno" - Premio Este 1991 (indetto dal Comune di Ferrara in collaborazione con la SEI di Torino e l'editrice Marietti di Genova), il primo posto della 5 A Ed. di Insieme nella gioia dell'Acla di Noto; il Concorso Elvira Laganà 1990, il Premio Nazionale di Cultura - Sezione Poesia - Mussomeli, il premio ASLA Associazione Siciliana per le arti Palermo per il libro “Culura e prifuma ra Sicilia”, il Premio speciale Cittadella di Piombino. Nell’aprile del 1996 è stata premiata con i “Delfini d’argento” dell’Accademia Universale Neapolis che l’ha insignita del titolo di “Gran dama dell’arte”. Ha ricevuto nel 1998 dall’Accademia Universale Neapolis il premio alla carriera il “Ratto delle Sabine”, quello dell'Associazione Mediterranea salute e sangue e della Provincia Regionale di Siracusa: “Donne nella poesia” 2005” e "Donne nell’arte “ 2006-2007. Nel 2010 ha ottenuto il premio Cavarra per la poesia in lingua siciliana. Nello stesso anno l’Accademia internazionale il Convivio le ha conferito il titolo di “Accademico” . Nel 2011 a Castiglione di Sicilia ottiene il “Premio Filoteo Amedei” per la poesia dall’Associazione Internazionale il Convivio. Sempre nel 2011 a Giardini Naxos ottiene la menzione d’onore per il libro “Culura e prifuma ra Sicilia”. E’ inserita nel dizionario biobibliografico degli autori siciliani dell’800 e 900 edito “ Il Convivio”. Nel 1985 ha pubblicato "Sospiri", raccolta in lingua, salutata con sincero entusiasmo da critica e pubblico. E' quindi la volta, sette anni più tardi, di "Culura e profuma ra Sicilia" che nel Novembre del 1993, ottiene la menzione d’onore dall’Associazione siciliana per le lettere e le arti”. Si tratta di una singolare silloge di poesie in vernacolo con traduzione a fronte, che si compone di tre sezioni e di un'appendice. Nel 1997, a conclusione d'una ricerca protrattasi nel tempo per un quindicennio,pubblica "Cosi ri casa nostra". L’opera rivela il mondo contadino rosolinese attraverso i canti, le preghiere, le giaculatorie e i detti popolari. Nel 2003 pubblica a Roma “ Percorsi” raccolta di poesie in lingua. Nel 2010 edita da Armando Siciliano Editore è uscita la 2^ edizione accresciuta con traduzione di:”Cosi ri casa nostra”. Sempre nel 2010 esce la 2^ edizione di “ Culura e prifuma ra Sicilia” Ed. Santocono. Nel 2012 è uscito edito da Armando Siciliano editore “Fatti curnutu ca a pacienza ti veni” Cunti ri Rusalini” Racconti in lingua siciliana. Nel novembre 2012 pubblica “ Le orme dell’anima” silloge di poesie in lingua. Nel maggio 2014 pubblica “ Ciuri ri ficupala” silloge di poesie in lingua siciliana. Ignazia Iemmolo Portelli è oggi presente in numerose e importanti antologie collettive con poesie sia in lingua che in vernacolo.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password