SARA SCOGNAMIGLIO RAPPRESENTA IL “SANREMO MUSIC AWARDS” A GELENDZHIK E VINCE IL 1° PREMIO

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 22/08/2015 in Musica e spettacolo da Nicola Convertino
Condividi su:
Nicola Convertino

Per il terzo anno consecutivo il “Sanremo Music Awards” è presente a Gelendzhik, in Russia, in gara tra i 22 Festival più prestigiosi al mondo. Quest’anno la prestigiosa manifestazione ha presentato come “Campione” la giovanissima Sara Scognamiglio che  ha vinto il 1° premio nella categoria “Giovani Talenti” e questa sera si esibirà nella piazza principale di Gelendzhik in qualità di vincitrice del prestigioso premio, in diretta televisiva.

La giovanissima concorrente ha solo 14 anni ma ha già al suo attivo diverse conferme del suo talento musicale; lo scorso anno ha vinto, per la sezione “giovani proposte” proprio il “Sanremo Music Awards” e quest’anno è in promozione con il suo primo singolo “Storie” che è già uscito nei 70 più prestigiosi digital store in tutto il mondo. Momenti caldi e pieni di emozioni per la Scognamiglio che in contemporanea vede l’uscita del suo video su Vevo e la partecipazione alla Kermesse a Gelendzhik.

Il percorso di Sara inizia proprio a Sanremo, dove incontra Umbi Maggi, lo storico bassista dei Nomadi, e il sodalizio si concretizza con questo primo singolo “Storie”, scritto da Elisabetta Vendittozzi ed edito dall’Insonnia Records. Il team di produzione lascia poco spazio alla fantasia e da subito si capisce che Sara è in buone mani e lo dimostra il fatto che il brano è già uscito su Amazon e Deezer in tutto il mondo e a seguire su ITunes e altri Web Store, oltre 60; praticamente la copertura globale a livello mondiale. In uscita anche il video su Vevo che accompagna il brano e la conseguente promozione radio/televisiva. Parlando con il Maggi è prevista anche una collaborazione con un’artista noto nel mondo della canzone…ma di questo si è riservato di comunicarlo a tempo debito, intanto Sara sta aprendo i concerti di “Quelli di Io Vagabondo”, gli storici Nomadi.
 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password