La Meloni si candida per le elezioni della Capitale

"Roma ha come simbolo una lupa che allatta due gemelli, non sarà un problema un sindaco che allatta un bambino".

pubblicato il 16/03/2016 in Politica da Lucia Di Candilo
Condividi su:
Lucia Di Candilo

In una conferenza stampa affollatissima al Pantheon, Giorgia Meloni annuncia la sua candidatura alle elezioni della Capitale: "Dopo attenta e ragionata riflessione, ho deciso di correre per la carica di sindaco di Roma".

Per ora ad appoggiare la Meloni c'è la Lega Nord con Matteo Salvini che correrà per far vincere la leader di Fratelli d'Italia. Dopo un primo accordo, i due partiti del centrodestra rompono il patto su Bertolaso e scendono in campo in una già affollatissima competizione elettorale. "Bisogna tornare all'orgoglio di essere romani - tuona la Meloni dal Pantheon - prima c'era l'orgoglio di essere cittadino romano".

Le discesa in campo della Meloni non spaventa Bertolaso che comunque rilancia il proprio impegno per Roma e ai microfoni di "Un giorno da pecora" afferma: "Vado avanti come mi avevano chiesto due mesi fa". Non può non trasparire un tantino il fastidio per il tradimento della Meloni e dice che "sono stati loro a chiedermi di candidarmi e io l'ho fatto", sottolinea l'ex capo della Protezione Civile. Che nelle prossime ore le scriverà un messaggio alla leader di Fratelli D'Italia:  "Cara Giorgia - le dirà - io continuo a volerti bene nonostante tutto". E poi le manderà 7 rose.

Durante il comizio al Pantheon, la Meloni è tornata a ribattere anche sulla polemica con Bertolaso sull'opportunità di portare avanti una campagna elettorale tanto aspra in piena gravidanza. "Credo che una donna debba scegliere liberamente - sostiene - e nessun uomo può dire cosa deve fare o non fare. Ho scelto di scendere in campo anche se incinta. In fondo, Roma ha come simbolo una lupa che allatta due gemelli, non sarà un problema un sindaco che allatta un bambino".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password