Comune di Roma: bilancio in equilibrio precario

L'Organo di revisione economica del Comune ha dato parere favorevole al bilancio ma lanciando l'allarme sulla stabilità dei conti

pubblicato il 27/01/2017 in Politica da Tino Colacillo
Condividi su:
Tino Colacillo

Il 19 dicembre 2016 l’Organo di revisione economico-finanziaria (Oref) del Comune di Roma, ovvero l’organo a cui è conferito l’esercizio della funzione di revisione economico-finanziaria così come stabilito dallo Statuto di Roma Capitale, aveva bocciato il bilancio previsionale 2017-2019 presentato dalla Giunta Raggi perché non riteneva che fossero “sufficienti gli spazi di finanza pubblica necessari al rispetto dell’equilibrio finanziario in relazione alle necessità che potrebbero rivelarsi rispetto al riconoscimento dei debiti fuori bilancio” e pertanto espresse  “parere non favorevole, sulla proposta di approvazione del bilancio di previsione 2017-2019 e relativi allegati».

Oggi l’Oref è intervenuto nuovamente sul bilancio lanciando l’allarme sulla stabilità dei conti della Capitale. Durante la seduta dell’Assemblea Capitolina Federica Tiezzi, presidente dell’Oref, ha detto: "E' vero che il bilancio presenta un equilibrio ma, se l'ente non si attiva, i rischi potenziali che ci sono metterebbero comunque l'ente a rischio". "Questa è la situazione nella quale questo ente si trova – continuato la Tiezzi - : un equilibrio finanziario precario, da tenere sotto controllo e da verificare".

Da qui il richiamo agli amministratori ad attivarsi, in particolare per tenere sotto controllo le partecipate. "E' fondamentale che l'amministrazione si attivi a fare questo. Perché l'equilibrio c'è, ma se leggete tutto ciò che può verificarsi sul Comune e le passività potenziali, oltre al discorso delle Partecipate e quello del contenzioso fuori controllo, è necessario per il bene dell'ente che gli uffici collaborino tra di loro, che ci sia coordinazione, che comunichino tra loro. Se non c'è comunicazione non si può quantificare la reale situazione dell' ente”.

Rispetto alla prima bozza di bilancio presentata a dicembre questa volta l’Oref ha comunque espresso un parere favorevole rimarcando in ogni caso le criticità. "Pure essendo il nostro parere favorevole perché l'equilibrio sembra, rispetto al precedente bilancio, più realizzato – ha detto il presidente - resta il discorso di tutte le criticità che potete vedere dalle riserve". Il giudizio dell’organo di controllo è cambiato da negativo in positivo grazie alle modifiche apportate che sono “marginali” ma “sostanziali”.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password