Mentana si dimette da La7 per colpa della Gruber? Michele Anzaldi (Iv): "La Rai non se lo faccia scappare"

Il Segretario Vigilanza Rai auspica che Chicco, in rotta con Lilli e Cairo, entri a far parte dell'informazione del Servizio Pubblico

pubblicato il 19/04/2020 in Politica da Marco Zonetti
Condividi su:
Marco Zonetti

Enrico Mentana non ha gradito la presa di posizione di Lilli Gruber e del suo Otto e mezzo su La7 riguardo alla polemica di Chicco contro il premier Giuseppe Conte e il suo attacco a Matteo Salvini e Giorgia Meloni nel suo messaggio alla nazione. Secondo indiscrezioni, Mentana avrebbe dunque minacciato di dimettersi dalla sua carica di direttore del TgLa7 e c'è chi la considera una ghiotta occasione per la Rai di accaparrarsi uno dei giornalisti più quotati (e seguiti) del panorama dell'informazione italiana.

Così infatti ha scritto su Facebook il Segretario della Vigilanza Rai Michele Anzaldi: "Se risponde al vero la notizia secondo cui Enrico Mentana avrebbe offerto le sue dimissioni a Urbano Cairo, la Rai dovrebbe muoversi immediatamente e proporre ponti d’oro a Mentana per farlo tornare nel servizio pubblico. Potrebbe arrivare finalmente una vera svolta nell’informazione Rai, con approfondimenti sul modello di Matrix, confronti diretti tra esponenti politici invece dei soliti monologhi (si pensi ai confronti dell’allora premier Renzi con chi era schierato per il No al referendum costituzionale), dirette sui principali eventi politici come le famose “maratone” de La7. La Rai non si faccia sfuggire l’occasione di dare una vera scossa all’informazione, visto che quello che propone oggi il servizio pubblico ha ottenuto l’unico invidiabile record di aver accumulato multe e sanzioni Agcom come non era mai successo nella storia della Rai".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password