Cancro al seno: le donne operate in fase iniziale hanno un rischio di mortalità inferiore rispetto a quelle sane

Lo studio del Cancer Institute Olandese ha preso in considerazione 10mila donne curate nel periodo 1989-2004

pubblicato il 27/01/2017 in Salute e alimentazione da Tino Colacillo
Condividi su:
Tino Colacillo

Un recente studio del Cancer Institute Olandese ha rivelato dati molto sorprendenti circa lo stato di salute delle donne operate di cancro al seno. Lo studio, in particolare, ha riguardato le donne oltre i 50 anni operate nella fase iniziale di cancro duttale, che è una forma non metastatica di tumore anche se non trattata col tempo può diventare invasiva. 

Dall’indagine effettuata su 10mila donne, è risultato che in media le prospettive di salute delle ex malate di cancro sono migliori rispetto alle donne che non si sono mai ammalate nella stessa fascia di età. Lo studio ha esaminato le condizioni salute delle pazienti curate di carcinoma nei 10 anni successivi alla diagnosi (1989-2004) per poi paragonarle alla mortalità statistica attesa nella popolazione generale. Ne è emerso un quadro positivo perché il rischio di morte per altri tumori, patologie cardiache e respiratorie, nelle ex malate con più di 50 anni è inferiore del 10% rispetto alle donne sane della stessa età.

I ricercatori hanno spiegato il dato considerando che gran parte delle donne oggetto della ricerca avevano scoperto il tumore in fase iniziale grazie alla mammografia e a screening frequenti, segno che il campione analizzato è particolarmente attento alla propria salute e punta alla prevenzione. Lo studio, inoltre, ha certificato un aumento dei casi di tumore duttale al seno, aumento da mettere in relazione ai maggiori controlli che permettono di scoprire in tempo la malattia. 

Il basso numero di patologie cardiache nelle donne trattate anche con la radioterapia, inoltre, può rassicurare altre donne con una diagnosi di cancro al seno, e preoccupate per gli effetti delle radiazioni sul cuore, sull’utilità di tale trattamento.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password