Tablet: arrivano i dispositivi estendibili

Un gruppo di ricercatori americani hanno sviluppato un sistema di stampa a basso costo

pubblicato il 17/02/2017 in Scienza e Tecnologia da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo
Foto Ansa

TECNOLOGIA – Dall’ingrandimento delle immagini utilizzando solo due dita si può arrivare ad una vera e propria espansione del tablet che abbiamo tra le mani.

Non solo tablet ultra sottili però visto che l’idea sarebbe quella di creare minuscoli monitor, delle dimensioni di un braccialetto o una carta da parati in grado di trasformare un’intera parete in un enorme display. Bellissime queste idee che potrebbero divenire realtà grazie ad un progetto di stampa che permetterebbe di produrre dei circuiti elastici con una comune stampante a getto d’inchiostro, garantendo quindi costi bassisimi.

L’idea, sviluppata da un gruppo di scienziati della Michigan State University, è stata resa ufficiale dallo stesso team solo pochi giorni fa dalla rivista Acs Nano.
Sempre sulla stessa rivista è riportata una parte dell’intervista al coordinatore dello studio Chuan Wang che fa sapere: "Potremmo rendere i costi di produzione dell'elettronica flessibile paragonabili a quelli della stampa dei giornali. Il nostro lavoro - aggiunge - potrebbe presto portare a display stampati che possono essere facilmente stirati per aumentarne le dimensioni, così come a dispositivi elettronici indossabili e a nuove applicazioni per i robot morbidi".

IL SEGRETO DI QUESTA NUOVA TECNOLOGIA – L’intero progetto è stato sviluppato grazie alla particolare composizione degli inchiostri utilizzabili per stampare i composti organici e i nano materiali necessari alla creazione di questi dispositivi.

Tuttavia due sono le componenti fondamentali di questi tablet inseriti nella stampante: un materiale elastico e un diodo organico ad emissione di luce Led.
Il prossimo step a questo punto sarà integrare l’Oled in un unico pixel, un risultato ancora lontano ma raggiungibile nel giro di un paio d’anni, sempre secondo il coordinatore.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password