Soccorre un proprio giocatore svenuto: allenatore squalificato per 45 giorni

Incredibile episodio avvenuto in una gara del campionato Giovanissimi nel Grossetano

pubblicato il 21/01/2014 in Sport da Davide Lesti
Condividi su:
Davide Lesti

Sui campi di calcio, quando si parla delle decisioni arbitrali, viene invocato spesso il 'buon senso': un atteggiamento sconosciuto per il direttore di gara che ha espulso Claudio Buso, allenatore dei Giovanissimi Provinciali del Casotto dei Pescatori, 'reo' di aver soccorso senza autorizzazione un ragazzo che aveva sbattuto la testa nel match interno contro il Paganico. La decisione a caldo, che ha provocato lo sconcerto tra i presenti, ha avuto un ulteriore inasprimento in sede di giudizio: l'allenatore, grazie alla decisione del Giudice Sportivo, dovrà scontare una squalifica di quarantacinque giorni.

Approfondisci su Grosseto Oggi

Sul caso interrogazione al ministro

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password