Gran Premio d’Ungheria alle porte

Tracciato e albo d’oro

pubblicato il 26/07/2014 in Sport da Elena Caracciolo
Condividi su:
Elena Caracciolo

Il Gran Premio d’Ungheria si disputa, ogni anno, a partire dal 1986, sul Circuito polveroso e bollente di Hungaroring, un circuito lungo 4,381 Km e che conta ben 16 curve.
Dal 1986 il tracciato fu modificato nel 2003, con l’allungamento del rettilineo principale, al fine di garantire più sorpassi e maggiore show televisivo, dal momento che il tracciato è sufficientemente lento, polveroso e torrido e risulta uno dei circuiti più difficili e impegnativi del mondiale.
Così impegnativo che i record li contano solo i campioni del calibro di Piquet (due gran premi vinti), Senna (tre gran premi vinti), Schumacher (ben quattro gran premi vinti, uno su Benetton e tre su Ferrari), Alonso (un gran premio vinto) e Hamilton (due gran premi vinti su McLaren Mercedes e Mercedes).
Nelle ventotto edizioni trascorse l’asfalto ribolliva sempre e l’appuntamento in caduta libera nel mese di Luglio certo non preannunciava fresche temperature.
Quest’anno chi sarà il pilota che maggiormente sopporterà le ostili condizioni climatiche?
Ancora una volta trionferà la Mercedes, fosse altro che per continuare la tradizione di Hamilton, che si è già preso il posto d’onore sul podio nel 2012 e 2013?
O qualcuno ribalterà le statistiche?
Appuntamento con la gara domenica 27 Luglio alle ore 14:00.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password