La FIFA tiene Blatter: salverò il calcio mondiale

Confermato alla presidenza del calcio mondiale nonostante lo scandalo

pubblicato il 30/05/2015 in Sport da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Ce l'ha fatta, nonostante in molti pensavano ad un suo ritiro dopo la batosta della corruzione ultradecennale.

Sepp Blatter ha sconfitto il suo sfidante alla presidenza FIFA, il principe giordano Ali bin Al-Hussein, che dopo la fumata nera alla prima votazione – conclusasi con 133 voti per Blatter contro i 73 di Al-Hussein -  ha ritirato la sua candidatura lasciando campo libero ed esclusivo al 79enne svizzero, che è stato riconfermato e resta al potere da 17 anni.
Saro' il presidente di tutti – le prime parole di Blatter, che ha annunciato la sua abdicazioe tra quattro anni, promettendo una Fifa piu' forte al suo successore.

Non sono perfetto, nessuno lo e', grazie per la fiducia che mi avete dato - ha aggiunto Blatter - ringrazio tutti per avermi dato la possibilita' di guidare ancora il calcio mondiale, per i prossimi 4 anni.

Dopo il terremoto delle inchieste per corruzione, la FIFA in occasione del suo 65esimo congresso si mostra orgogliosa:  prima della votazione per la presidenza nel suo intervento Sepp Blatter ha lanciato un appello al rinnovamento della Federazione – che suona come un eufemismo dopo i quasi venti anni ininterroti della sua guida -  proponendosi come il traghettatore in grado di "riparare" il calcio mondiale in un porto sicuro, dopo lo sconquasso giudiziario.

Và da sé che Blatter era comunque nettamente favorito sul suo unico rivale, il 39enne principe giordano Ali bin Hussein e suo vice dal 2011 : Stati Uniti e Canada si sono accodati al grosso dell'Uefa nell'annunciare il loro voto per lo sfidante ma il continente africano era con il presidente uscente, come gran parte dell'Asia, ad esclusione probabilmente di  qualche federazione mediorientale.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password