Anticipi serie A, Roma seconda

Milan: rinascita rimandata

pubblicato il 18/10/2015 in Sport da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua
Marcel Büchel (qui con la maglia del Bologna) - Suo l'unico gol empolese

Conclusasi, felicemente, la parentesi-Nazionale, riprende il campionato con il solito tran tran delle sue due giorni o tre giorni.

Si è ricominciato con le due sfide di ieri, anticipi dell’VIII giornata: Roma-Empoli nel pomeriggio e Torino-Milan in serata.

I giallorossi di Garcia battono sul proprio campo i biancoazzurri di Giampaolo con uno squillante 3-1, giungono alla terza vittoria consecutiva e dimostrano che la pausa di campionato non ha certo "mandato a Capua" la loro voglia di sfondare come arieti lassù in cima. Almeno per una sera, i capitolini si riprendono quel secondo posto che era stato loro prerogativa nei due ultimi campionati, e si portano ad un solo punto dalla vetta, possesso di una sorprendente Fiorentina.

I gol di Pjanic al 56’ su punizione, di De Rossi al 59’ e di Salah al 69’ su corner di Gervinho portano a 12 il numero complessivo delle reti con cui la Roma ha innaffiato i suoi successi dalla partita col Carpi ad oggi. Gli ospiti toscani possono e debbono, invece, consolarsi con la rete segnata al 75’ da Büchel, centrocampista austriaco naturalizzato liechtensteinese, ma... ahi quanto a dire qual è la distanza dall’era Sarri è cosa dura!

Finisce 1-1, invece, il big match delle 20.45 tra Torino e Milan. Dopo un primo tempo scivolato via senza grandi emozioni, nella ripresa i rossoneri trovano il vantaggio al 63’ col colombiano Bacca, vantaggio che viene però vanificato appena dieci minuti dopo da Baselli.

Per la squadra di Mihajlovic, che fino ad ora aveva fatto del trend “3 punti o niente” il proprio motto, è il primo pari di una stagione che, già a questo punto, suggerisce di operare qualche raddrizzamento; per quella di Ventura, invece, è la rimonta dell’orgoglio nella giornata in cui ricorreva il quarantottesimo anniversario della morte di Gigi Meroni, leggenda assoluta della storia torinista. Ma era anche il sabato che ha visto la posa della prima pietra del nuovo stadio “Filadelfia”, il vero erede dell’unica, vera tana granata di tutti i tempi. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password